Cosa può fare la meditazione per la tua Leadership

Cosa può fare la meditazione per la tua Leadership

Leggendo l’Harvard Business Review, un ottimo periodico per imparare sempre di più sulla leadership e su pratiche imprenditoriali interessanti, mi sono imbattuto in un articolo interessante che, come si può capire dal titolo, parla proprio di come la meditazione possa migliorare non solo la nostra leadership, ma la nostra vita quotidiana.

Ebbene sì, è uno strumento utile, facile da usare e gratuito che con un po’ di costanza nel tempo ci può portare a raggiungere ottimi miglioramenti.

Per capirne di più: prenditi una piccola pausa, siediti comodo e leggi un po’ qui.

Il tutto parte da Jim Collins, un esperto di leadership, afferma che una delle cose più caratterizzanti dei leader dei nostri tempi è, spesso, un grande ego. Questo può essere un’arma a doppio taglio perché, se da un lato consente di raggiungere grandi successi sia personali, che della propria impresa, d’altra parte potrebbe portare all’effetto opposto. In ogni caso, sia nel bene che nel male, è un qualcosa da saper controllare.

Il perché il nostro ego spesso ci costa molto è principalmente nella tendenza a porsi sulla difensiva, specie quando ci sentiamo attaccati o contraddetti. Rispondiamo ad impulsi di contrasto con troppa irruenza e emotività, quando avremmo bisogno di razionalità.

Ray Dalio, il fondatore del più grande Hedge Fund (Fondo Speculativo) al mondo, nel suo libro Principles: Life and work parla di quella che è la “barriera dell’ego” definendola come “ un meccanismo subliminale di difesa che rende errori e debolezze difficile per noi da accettare”. D’altra parte da molto credito alla meditazione come al fattore principale del suo successo.  

Meditare aumenterebbe la nostra consapevolezza, e diventerebbe un fattore di controllo per il nostro Ego.

Principalmente due sono gli effetti maggiormente positivi della meditazione:

Permetterci di vedere le cose con più oggettività e formare delle relazioni più profonde con gli altri.

Vedere le cose con più oggettività.

Il nostro ego ci porta a voler avere in ogni modo ragione ed essere nel giusto, ponendo il fallimento come una minaccia. La pratica della meditazione invece ci permetterebbe di prendere le cose negative meno sul personale.

Scott Shute, ex Vice President della Customer Operation in Linkedin, spiega come più volte nella giornata applica la mindfulness, in particolare quando si sente ansioso nel prendere una decisione o nervoso e sulla difensiva per delle criticità. Continua dicendo che, respirando e contemplando per qualche attimo, riesce a buttar via la frustrazione e a focalizzarsi meglio sui dettagli o a vedere le cose da un altro punto di vista.

Formare relazioni più profonde.

Questo sicuramente rappresenta un punto importante per un buon leader. Gestire al meglio le relazioni, anche quelle per noi più critiche, ci pone sulla giusta strada per facilitare il raggiungimento del successo della nostra impresa, ma anche degli obietti della nostra vita personale.

Diverse sono le testimonianze di gente di successo che è riuscita, attraverso la meditazione, a migliorare i rapporti con le persone, a risolvere varie situazioni di conflitti e a diventare ottimo problem solver.

Come si pratica la meditazione.

La meditazione è un qualcosa di molto semplice. Basta dedicarsi dai 10 ai 25 minuti della propria giornata per sedersi comodi, su una sedia o su un cuscino.. in ogni caso in un ambiente confortevole e di calma. Chiudere gli occhi e concentrarsi sul respiro, sull’inspirazione e sull’espirazione. Magari può anche essere utile contare fino a 10 nell’alternanza tra inspirare ed espirare.

Noteremo come il flusso dei mila pensieri che ci passano per la testa ogni giorno, libererà la nostra mente e metterà ordine in una quotidianità affaticata.

Matthias Birk, esperto di pratiche di meditazione e con una carriera di grande successo tra università e grandi aziende, nell’articolo dell’HBR consiglia di praticare con costanza la meditazione se si vuole ottenere un effetto realmente benefico.

In oltre sostiene che sia una pratica che si può facilmente applicare in tutte le situazioni di stress e di nervosismo, non solo nei 20 minuti al giorno da dedicargli. Questo aiuterà ad affrontare la giornata con una verve migliore e con maggiore positività.

No Comments

Post A Comment